Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A poche settimane di distanza dalla conferenza stampa in cui il Presidente Giovanni Malagò disse chiaramente che Genova merita un Palasport degno di tale nome e che, pertanto, il Palasport della Fiera deve rimanere, opportunamente ristrutturato, allo sport genovese e ligure, è ritornato per incontrare le autorità cittadine e della Regione (con l'assenza del Presidente della Regione Claudio Burlando) per ribadire il suo NO alla trasformazione in darsena e per sostenere le gloriose società nautiche del Porticciolo Duca degli Abruzzi.

Almeno per il Palasport si è aperta una importante prospettiva che ci consente di guardare al futuro con ottimismo.

Ci metteremo subito al lavoro per presentare uno studio di fattibilità relativo alla sua ristrutturazione.

Ecco in sintesi quanto è stato riferito nell'incontro:

La sera del 24 marzo u.s., presso gli uffici di rappresentanza del Sindaco, si è tenuto a Genova un incontro sul tema “Palasport della Fiera e Porticciolo degli Abruzzi”. Hanno partecipato per il Comune il Sindaco Marco Doria e gli Assessore Pino Boero (Sport) e Emanuele Piazza (Patrimonio e Sviluppo Economico), per la Regione l’Assessore Matteo Rossi in rappresentanza del Presidente Claudio Burlando, per il Coni Il Presidente Nazionale Giovanni Malagò, il sottoscritto e il Presidente Mondiale e Nazionale della Federazione Vela e Presidente dello Yacht Club, Carlo Croce.

Il Presidente Giovanni Malagò, riconoscendo i grandi meriti acquisiti dallo sport genovese e ligure negli anni, ha ribadito con forza la necessità di una particolare attenzione da parte delle amministrazioni comunale e regionale nei confronti dell’impiantistica sportiva e in particolare l’urgenza di dotare Genova di un vero e funzionale Palasport: quello della Fiera, in via prioritaria, e se ciò non fosse possibile l’Amministrazione Comunale dovrebbe dare precise assicurazioni in merito alla individuazione di un’area alternativa per la costruzione di un Palazzo dello Sport di analoghe caratteristiche.

Al termine di un costruttivo e partecipato dibattito, il Sindaco ha dichiarato che il progetto Blue Print potrebbe anche non prevedere la trasformazione del Palasport in darsena, lasciando così libera l’area del Padiglione S.

Dopo le mie felicitazioni al Sindaco per questa importante apertura, il Presidente Giovanni Malagò ha informato della sua intenzione di far presentare dalla Coni Servizi uno studio di fattibilità sulla trasformazione del Palasport in un impianto funzionale e fruibile dagli sportivi genovesi e liguri. Non appena pronto, verrà sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione Comunale.

La discussione in merito al previsto tombamento del Porticciolo Duca degli Abruzzi ha visto l’intervento competente e preciso del Presidente Carlo Croce, con il forte sostegno del Presidente Giovanni Malagò.

Dalle parole del Sindaco è apparsa chiaramente l’imprescindibile esigenza di tombamento dell’area con conseguente spostamento delle 800 imbarcazioni alla Darsena nuova della Fiera.

Alle rimostranze del Presidente Carlo Croce relative al fatto che lo spazio individuato è chiaramente insufficiente ad ospitare tutte le imbarcazioni e che, comunque, non ve ne sarebbe la disponibilità durante il mese del Salone Nautico, il Sindaco ha risposto che affronterà questi temi al fine di trovare una soluzione compatibile.